La Milano che legge: viaggio tra i luoghi degli scrittori

Milano capitale della moda, del design ma non solo: la città è (ed è stata) anche il cuore pulsante di numerosi celebri scrittori, molti dei quali sono stati protagonisti indiscussi della letteratura italiana. Scopriamo alcuni luoghi simbolo, in un itinerario speciale che riuscirà a stupirvi.

. La Casa del Manzoni

Case scrittori - Manzoni

Credit immagine

Iniziamo dalla Casa del Manzoni, bellissimo palazzo storico situato in via Morone, tra Piazza della Scala e il Quadrilatero della Moda. Il palazzo, famoso per essere stato la dimora di Alessandro Manzoni dal 1814 fino alla sua morte (1873), è attualmente un museo, allestito dall’architetto Michele De Lucchi, che ripercorre i diversi itinerari nella vita e nell’opera dello scrittore. L’interno del palazzo è stato fino a pochi anni fa sede della Società Storica Lombarda e del Centro nazionale di studi manzoniani, mentre nell’Ottocento ospitò le riunioni del circolo de “Il Conciliatore” negli ultimi anni di vita dello scrittore la casa ospitò anche grandi nomi tra cui Cavour, Garibaldi e Giuseppe Verdi.

Tra i bellissimi arredi e le opere d’arte esposte nelle sale, fino ai ritratti, alla camera da letto e allo studio in cui nacquero i Promessi Sposi, la casa permette a tutti gli appassionati di letteratura di compiere un vero e proprio viaggio nell’Ottocento, nel cuore di Milano.

. La Casa delle Artiste – Spazio Alda Merini

Case scrittori - Alda Merini

Credit immagine

Dal centro storico ai Navigli, questa volta sulle orme di una grande scrittrice, Alda Merini. La Casa delle ArtiSpazio Alda Merini, in via Magolfa, è diventato un luogo simbolo della città, dedicato alla grande poetessa meneghina. Nato per volontà delle figlie e di un gruppo di amici, che si attivarono per recuperare e tenere in custodia i mobili e gli oggetti della scrittrice, lo spazio mostra numerosi scorci di vita di Alda Merini, tra mobili autentici ed effetti personali che furono prelevati dall’abitazione di Ripa Ticinese 47, dopo la sua scomparsa.

Al primo piano è esposta la porta d’ingresso originale di Ripa Ticinese, con le “scritte a rossetto” dei numeri di telefono di alcuni amici; al piano superiore, invece, gli ospiti possono ammirare alcune belle immagini e ritratti artistici di Alda Merini realizzati da Giuliano Grittini, il suo fotografo ufficiale. Un locale con pannelli che raccolgono poesie, ritratti e note biografiche conclude infine il percorso, prima della camera da letto della grande poetessa.

Proprio ad Ada Merini, in occasione dei 10 anni dalla sua morte, è stato intitolato un ponte sul Naviglio Grande all’angolo con via Corsico. Il ponte dei Navigli è solo una delle tante iniziative dedicate alla scrittrice, scomparsa il 1 novembre 2009.

Se siete amanti della letteratura, oltre a questo itinerario in città non perdetevi assolutamente Bookcity, la grande manifestazione diffusa che coinvolge numerosi luoghi di Milano, dedicata ai libri. L’iniziativa arriverà in città dal 13 al 17 novembre tra reading, incontri, letture e concerti che animeranno Milano per una settimana. Tra le tematiche trattate: il noir italiano, la scrittura e la psicoanalisi, le storie provenienti dal mondo, insieme a grandi protagonisti della letteratura e dell’arte tra cui Fabio Volo, Paolo Giordano e Pupi Avati.

Se desiderate scoprire altri eventi in città non esitate a contattare lo staff dell’hotel Cavour: saremo lieti di aiutarvi!

Credit immagine di copertina