Leonardo in città: tutte le iniziative dedicate al grande genio

Il 2019 rappresenta per Milano un anno importante, quello delle celebrazioni per il V centenario della morte di Leonardo da Vinci (1519-2019).

Desideriamo farvi scoprire alcune tra le iniziative più coinvolgenti dedicate al grande genio cinquecentesco, organizzate dal Comune di Milano – in collaborazione con le principali istituzioni museali e culturali della città e della Lombardia – all’interno del progetto “Milano e Leonardo”. Il programma è ricco di iniziative ed eventi dedicati alla scoperta e all’approfondimento della figura di uno dei più grandi artisti della storia, che proprio a Milano lasciò le prove più alte della sua ricerca eclettica.

Ecco i principali eventi da non perdere!

“Leonardo Da Vinci Parade”, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia. Dal 19 luglio 2018 al 13 ottobre.

Leonardo Museo Scienza

Credit immagine

Prima iniziativa nazionale e internazionale in occasione delle celebrazioni del V centenario, la mostra “Leonardo da Vinci Parade” presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia rappresenta una vera e propria “sfilata”, una ricca selezione degli spettacolari modelli realizzati negli anni ’50 interpretando i disegni di Leonardo, oltre ad affreschi di pittori lombardi del XVI secolo, concessi in deposito nel 1952 dalla Pinacoteca di Brera.

Gli affreschi sono presentati per luogo di provenienza, in molti casi chiese ed edifici scomparsi di Milano. Tra i numerosi autori presenti, un ruolo fondamentale è costituito da Bernardino Luini e la sua scuola, che nei primi decenni del XVI secolo è uno dei pittori di maggior successo in Lombardia.

La mostra, realizzata in collaborazione con la Pinacoteca di Brera all’interno del progetto “Nuove Gallerie Leonardo”, si caratterizza per un accostamento insolito tra arte e scienza, in un’immersione che coinvolge in modo consapevole i diversi campi di interesse e di studio di Leonardo. In poche parole: da non perdere!

“Leonardo & Wharol in Milano: the Genius Experience”, Cripta di San Sepolcro. Dal 1 marzo al 30 giugno

Leonardo & Warhol mostra

Credit immagine

Dall’esposizione di modelli e di disegni ad un’esperienza immersiva, che accosta il genio cinquecentesco all’estro di Andy Warhol, figura predominante del movimento della Pop art, in un viaggio tematico di sei secoli.

L’uso delle acque, il rapporto con la terra e con la natura, l’innovazione tecnologica e architettonica che hanno portato alla Milano attuale sono i temi principali che il pubblico è invitato a scoprire in un percorso immersivo, che prende avvio dalla sala Sottofedericiana della Pinacoteca Ambrosiana. Qui, attraverso un’installazione multimediale composta da immagini di grande suggestione, si può ammirare infatti con occhi nuovi la Milano vissuta, ma soprattutto immaginata da Leonardo da Vinci.

Si arriva così alla visione di “The Last Supper” di Andy Warhol, l’opera con cui nel 1987 l’artista reinterpretò il Cenacolo leonardesco, in occasione della sua ultima mostra al Refettorio delle Stelline. I due protagonisti unici della loro epoca vengono, per l’occasione, riuniti dalla città di Milano, seppur a quattro secoli di distanza.

L’iniziativa, curata da Giuseppe Frangi, è nata dall’idea del Gruppo MilanoCard, gestore della Cripta di San Sepolcro: è proprio nella Cripta, infatti, che il percorso si chiude. In un luogo molto caro a Leonardo, se è vero che egli stesso lo indicava come il vero centro di Milano.

“Dream Beasts”, le straordinarie creature di Theo Jansen (sulle orme di Leonardo), Museo della Scienza e della Tecnologia. Dal 20 febbraio al 19 maggio.

Si intitola “Dream Beasts” la mostra delle straordinarie creature di Theo Jansen, artista olandese definito da molti “il nuovo Leonardo” per la sua genialità. Jansen è infatti un artista estremamente eclettico, grazie alla profonda conoscenza del mondo dell’aeronautica e della robotica, che gli ha permesso di lavorare alla progettazione di organismi viventi attraverso l’elaborazione di un proprio software: un progetto che gli ha portato numerosi riconoscimenti a livello internazionale.

L’esposizione a Milano propone al pubblico 14 creature straordinarie, costruite con tubi di plastica, fili di nylon e nastro adesivo. Questi animali a tratti mostruosi vengono animati dal vento e dall’aria, tipici della costa olandese. “Tendiamo a dimenticare che viviamo in un miracolo; io cerco di ricrearlo, è la vita che mi ispira a creare nuove forme di vita” ha raccontato Jansen. Non resta che scoprirlo.

Design Week: “Leonardo Horse Project”, un nuovo progetto dedicato al cavallo di Leonardo, Ippodromo Snai. Dal 10 al 14 aprile.

Cavallo Leonardo

Credit immagine

Le celebrazioni dei cinquecento anni dalla morte di Leonardo Da Vinci varcano anche la soglia dei musei ed escono all’aperto, attraverso la realizzazione di numerose installazioni. Un esempio su tutti? L’installazione “Leonardo Horse Project”, che celebra la ricorrenza con la realizzazione di riproduzioni in scala del Cavallo di Leonardo, personalizzate da artisti e designers di fama internazionale.

Tredici cavalli di design, infatti, verranno svelati durante l’opening party e saranno disposti attorno alla statua equestre all’ingresso del parco dell’Ippodromo, dove rimarranno esposti per tutta la Milano Design Week 2019 e nei giorni successivi.

L’installazione all’Ippodromo sarà accompagnata da una mostra multimediale realizzata in collaborazione con il Museo della Battaglia e di Anghiari a cura di Gabriele Mazzi, direttore dello spazio museale toscano. Gli studi anatomici sull’animale, gli schizzi e i disegni preparatori della pittura costituiranno un racconto dedicato alla personalità dell’artista. Durante l’opening sarà anche possibile scaricare l’app di realtà aumentata “Leonardo Horse Project” e vivere in un’esperienza immersiva la storia del Cavallo di Leonardo, le interviste degli artisti che hanno interpretato le riproduzioni e approfondire gli studi equestri del genio toscano.

Questi sono solo alcuni degli eventi proposti in occasione del V centenario della morte di Leonardo Da Vinci: se voleste scoprire altre iniziative dedicate, all’Hotel Cavour saremmo lieti di darvi altri preziosi consigli!

Credit immagine di copertina